ENDURO

Per questo settore valgono abbastanza gli stessi discorsi fatti per il cross. In generale le tarature vanno comunque tenute un po’ più morbide perché rispetto all’off road classico con l’enduro si incontrano situazioni e strade più differenti tra di loro, anche – non solo – per un uso non agonistico ma turistico per il quale ci si ritrova a fare del fuoristrada su terreni sconnessi, a volte su sabbia, per chi affronta importanti raid, per esempio, nei paesi africani, e naturalmente su asfalto, nei trasferimenti o in alcune percorrenze.

Anche le gomme sono, ovviamente, diverse da quelle tassellate usate nel motocross, e oggi che questo tipo di moto viene sempre più usata nel turismo più versatile, soprattutto con cilindrate oltre i 1000 cc, e quindi con pesi e potenze importanti da gestire, mettere a punto con precisione il setting è estremamente importante, e le ragioni sono sempre le stesse: performance e, soprattutto, sicurezza del driver e del passeggero.

Anche qua, e proprio per queste ragioni, per un utilizzo che può facilmente portare a confrontarsi con terreni e situazioni differenti, la raccomandazione più importante è quella di affidare la propria moto e le sospensioni ad un professionista che conosca esattamente in che maniera modificare i parametri in funzione del tipo di utilizzo al quale la moto sarà soprattutto destinata.

Per il comfort e, come sempre, per la sicurezza.